giovedì 24 novembre 2016

Torta zebrata

6 commenti:
Una torta semplice e al tempo stesso carinissima da vedere, un connubio perfetto che figurarsi se poteva sfuggirmi ;) Anche lei da tempo nella lista dei dolci "Si questo prima o poi devo farlo" e finalmente me ne sono ricordata!
Ci vuole solo un po' di pazienza per ottenere quest'effetto zebrato, quindi sicuramente non la consiglierei se andate particolarmente di corsa, ma se avete come la sottoscritta voglia di sperimentare 
..beh, allora?! Che aspettate? :D
Non penso ci sia altro da aggiungere.. a parte la reazione del mio caro fratellino, che non appena l'ha vista ha Giustamente esclamato: "Oggi gioca pure la juve!" (Voglio dire, dettaglio fondamentale, come avrò fatto a non pensarci)
Ci sono diverse ricette sul web di questa golosità, io come prima volta ho deciso di replicare quella tratta da un sito americano (Homecookingadventure.com) senza apportare modifiche, perchè in questo caso è importante che i due impasti abbiano una giusta consistenza, quando vedrete il procedimento capirete meglio.. ok spero di non avervi annoiato troppo e, come al solito, vi lascio alle fotine ed alla ricetta ^_^




INGREDIENTI

200 g di burro
200 g di zucchero semolato
4 uova
240 ml di latte
375 g di farina 00
10 g di lievito
bacca di vaniglia o vanillina
pizzico di sale

25 g di cacao amaro
15 g di zucchero semolato
50 ml di latte

PROCEDIMENTO

- Imburrare ed infarinare una teglia di 24-26 cm di diametro, quindi in una ciotola montare il burro morbido con lo zucchero semolato. Appena avrà una consistenza spumosa aggiungere le uova, una per volta

- Incorporiamo all'impasto la farina e il lievito che avremo precedentemente setacciato, quindi anche la vaniglia e il pizzico di sale, e alterniamo la farina con il latte, fino ad esaurimento di entrambi gli ingredienti

- In un'altra ciotola amalgamiamo con una frusta il cacao setacciato, lo zucchero e il latte, ed a questo composto, aggiungiamo 2 Cup di impasto chiaro. Avremo così pronti i due impasti

- Adesso alterniamo al centro della teglia un cucchiaio di impasto chiaro e, sopra di esso, un cucchiaio di impasto scuro, e continuiamo così fino ad esaurimento, sempre uno sopra l'altro.
I due impasti si livelleranno da sè man mano che andremo avanti con i cucchiai.



Infine, infornare a 180° per circa 40-45 minuti, mi raccomando fate sempre la prova stecchino :)
Io ho spolverizzato sopra giusto un po' di zucchero a velo.. che dire, soffice e golosa, è una vera coccola in queste giornate di pioggia!

Spero questa ricetta vi sarà utile, un bacione e alla prossima <3

sabato 12 novembre 2016

Buon S. Martino... con zeppole e vino!

6 commenti:
Ricettina facile facile.. che arriva solo un tantino in ritardo visto che S. Martino è appena passato, ma in fondo chi lo dice che il 12 Novembre non si possano ancora fare le zeppole?

Quest'anno ci siamo preparati per bene, io ho Dolcemente invitato il mio papà a comprare il vino:
"Papi mi serve il vino! Vorrai mica pubblicare la ricetta di zeppole e vino.. senza vino??"
Ho anche Dolcemente convinto la mia mamma che la puzza di fritto in realtà è odore di cose buone.. non credo obiettivamente di averla convinta ma almeno ho ricevuto il sostegno di una qualche vicina che spalancata la finestra della cucina ha "giustamente" esclamato:
"Che odore di zeppoleee"
(GRANDE VICINA! ti voglio bene chiunque tu sia!)

Detto ciò, passiamo alla ricetta e alle foto <3


  

INGREDIENTI

 500 g di semola rimacinata di grano duro
1/2 cubetto di lievito di birra 
100 ml di latte
circa 330 ml di acqua
un cucchiaino di sale
olio di semi q.b.
zucchero semolato per guarnire

PROCEDIMENTO

- Sciogliere il lievito nel latte tiepido e versarlo al centro della farina, io ho utilizzato una piccola planetaria, ma si può impastare certamente anche a mano, ovviamente richiederà un po' di tempo e di fatica in più

- Versare gradualmente anche l'acqua tiepida e il cucchiaino di sale, che non deve Mai andare a contatto diretto con il lievito, per non bloccare appunto l'azione lievitante

- La quantità d'acqua  è indicativa, in quanto potrebbe servirne un po' di meno o un po' di più, bisogna ottenere comunque un impasto abbastanza molle, io ho lasciato lavorare la planetaria per circa 10-15 minuti, e poi fatto lievitare il tutto coperto da un canovaccio per circa 2 ore






















- A questo punto versare a cucchiaiate l'impasto in abbondante olio di semi, e muoverle un pò per farle dorare da tutti i lati.. quindi scolarle su della carta assorbente

- Servire ricoperte di zucchero semolato, o a piacere farcire con Nutella o crema di pistacchio, qui nel siracusano si trovano anche ripiene di ricotta, o la versione salata con le acciughe!


Spero che questa ricetta super facile e golosa possa esservi utile..
e anche se con un po' di ritardo Buon S.Martino con zeppole e vino :D



lunedì 7 novembre 2016

Cake 7 vasetti alle mele

10 commenti:
Metti una domenica grigia, in quel che si direbbe un tipico pomeriggio d'autunno..
un po' noioso ma a tratti confortante, caffè con mamma e beh mettici anche il cane che ti si sdraia vicino a pancia in sù che sembra dire "dai pigrona alzati e fammi due coccole..",
Ok direi che c'è tutto! E che fa un dolcino non ce lo metti?
Ovviamente Torta di Mele per tutti :)

Ne ho approfittato per provare questa nuova ricetta trovata sul web, che a quanto pare è gia famosa visto che la si trova in diverse varianti, di base le dosi son sempre quelle.. poi chi la fa al cacao, chi alla frutta, io ho scelto le mele, eh si sa L'AUTUNNO è TORTA DI MELE!
Chiamata 7 vasetti perchè l'unità di misura è proprio il classico vasetto di yogurt, anche qui potete sbizzarrirvi con vari gusti..
..credo di aver detto tutto, ah sì dimenticavo di dire che è semplicemente deliziosa, l'adoro, e non vedo l'ora di rifarla, anche perchè Ovviamente.. è già finita!




Ingredienti

1 vasetto di yogurt (125g)
2 vasetti di zucchero semolato
2 vasetti di farina 00
1 vasetto di fecola di patate
1 vasetto di olio di semi
3 uova intere
3 mele
 1 bustina di lievito
un pizzico di sale
bacca di vaniglia, cannella, e circa 2 cucchiai di rum per aromatizzare
mandorle a lamelle, granella di zucchero, e zucchero a velo q.b.



Procedimento

- Sbucciare e fare a tocchetti 2 mele, la terza la faremo a fettine per decorare il dolce, ed irrorarle col succo di limone per non farle annerire

- Montare le uova con lo zucchero finchè il composto sarà diventato chiaro e spumoso, quindi, sempre continuando a montare, aggiungiamo l'olio, poi lo yogurt, e gli aromi (vaniglia, cannella e rum)

- Infine aggiungiamo farina, fecola e lievito, che avremo precedentemente setacciato

- Aggiungiamo le mele e versiamo l'impasto in uno stampo da plumcake, quindi decoriamo con le fettine di mela rimaste, le mandorle a lamelle e la granella di zucchero.
Inforniamo a forno preriscaldato a 180° gradi, per circa 45 minuti, vale sempre la prova stecchino!

- Sformare il dolce e decorare con zucchero a velo :)

                                                         ..baci e alla prossima ricetta <3..

venerdì 21 ottobre 2016

Crostata al cioccolato di Knam

8 commenti:
Dopo più di un anno di assenza dal mio dolce blog avevo quasi perso la speranza di tornare a scrivere, mi aveva anche sfiorata l'idea di cancellarlo (solo per un attimo giuro) invece eccomi tornata.. Un anno ricco di esperienze fantastiche e devo ammettere anche inaspettate :)
Ci sarebbe parecchio di cui scrivere.. partendo dal corso di pasticceria che ho scelto di frequentare a Roma, passando per la mia primissima esperienza lavorativa. Non entrerò nei dettagli solo per non annoiare/far addormentare nessuno, ma posso sicuramente dire di aver imparato molto ed aver conosciuto persone fantastiche!

Detto ciò, ho dovuto fare i conti con l'irrefrenabile istinto di cancellare tipo metà delle ricette scritte in precedenza, semplicemente perchè adesso le farei in maniera diversa, ma in fondo è bello anche vedere la crescita di un percorso e quindi ho deciso che resterà tutto così, sicuramente in futuro cercherò di essere un po' più precisa.

Ok finalmente siamo arrivati alla parte più golosa di questo post.. la ricetta come avrete letto dal titolo è del mitico Knam, conosciuto ai più come il Re del cioccolato :) e questa crostata ne è la dimostrazione.
Cioccolato allo stato puro, frolla al cacao, ripieno cremoso al cioccolato.. non penso sia necessario aggiungere altro, quindi vi lascio al procedimento e alle foto!




INGREDIENTI 
(per una crostata di circa 20-22 cm)

Per la frolla al cacao
150 g di burro
150 g di zucchero semolato
1 uovo
vaniglia in polvere
6 g di lievito per dolci
280 g di farina 00
25 g di cacao amaro
un pizzico di sale

Per la crema al cioccolato (crema pasticcera + ganache al cioccolato)
250 g di latte intero
1/2 stecca di vaniglia
15 g di farina 00
5 g di fecola di patate
2 tuorli
40 g di zucchero semolato
125 g di panna fresca
190 g di cioccolato fondente tritato

PROCEDIMENTO
- Lavorare il burro freddo a cubetti con lo zucchero, aggiungere l'uovo intero, la vaniglia e il pizzico di sale, quindi amalgamare il tutto per ottenere un composto omogeneo. Unire poi la farina, il cacao ed il lievito setacciati e compattare velocemente. Riporre il panetto in frigo per almeno mezz'ora.

- Preparare la crema pasticcera mettendo sul fuoco il latte ed i semini di vaniglia, e portare a bollore. A parte montare leggermente i tuorli con lo zucchero ed unire la farina e la fecola setacciate, amalgamare bene il composto, ed unire quindi il latte appena avrà sfiorato il bollore. Rimettere il tutto sul fuoco e mescolare finchè la crema si sarà addensata. Togliere la crema dal fuoco e ricoprire con della pellicola a contatto.

- Per la ganache, portare a bollore la panna, quindi versarla sul cioccolato tritato e mescolare finchè si otterrà una crema liscia e lucida. Unire le due creme non appena si saranno intiepidite.
 

- Foderare con una parte di pasta una teglia precedentemente imburrata ed infarinata, bucherellare il fondo, quindi riempire con la crema e disporre sopra le classiche strisce realizzate con la pasta restante.

- Infornare a 180° per circa 40-45 minuti. Aspettare che si raffreddi completamente prima di sformarla. A piacere decorare con una spolverizzata di zucchero a velo.


Spero che questa ricettina vi sarà utile, e come sempre vi aspetto alla prossima..
Baci, Rossi <3